DOVE: Biccari (FG)

FORMA GIURIDICA: Cooperativa di Comunità

AVVIO DELLE ATTIVITÀ: 2017

PROPRIETÀ DEI BENI: Pubblica e privata

SITO WEB: https://www.coopbiccari.it/

DESCRIZIONE

L’intento del Comitato Promotore con la costituzione della Cooperativa di Comunità di Biccari nel 2017 è stato quello di costruire un patto intra-generazionale che integrasse le risorse umane, le competenze professionali e le esperienze lavorative presenti sul territorio biccarese, al fine di valorizzarne le potenzialità.

Attraverso il recupero e la gestione di beni pubblici e privati inutilizzati o poco valorizzati, la Cooperativa ha l’obiettivo di costruire delle alleanze sul territorio e di recuperare il patrimonio dormiente, cercando di metterlo a sistema e di renderlo produttivo, sia dal punto di vista economico che sociale:

  • i progetti della Cooperativa hanno lo scopo di sostenere processi di valorizzazione del territorio
  • attraverso un patto intragenerazionale si intende recuperare e riattivare tutte le risorse “dormienti” del territorio
  • attività di accoglienza, tutoraggio ed ospitalità: con l’ostello, la parte ricettiva del Convento S. Antonio e le camere sugli alberi, la Cooperativa si occupa dell’accoglienza e dell’ospitalità dei turisti che arrivano per conoscere Biccari e i Monti Dauni
  • i progetti della Cooperativa puntano sulla principale vocazione del borgo di Biccari, ovvero agricoltura, natura e montagna, attraverso la valorizzazione delle aree e naturali delle risorse del territorio.

La Cooperativa di Comunità di Biccari persegue questi obiettivi, attraverso un modello di aggregazione sociale in grado di costruire risposte condivise a bisogni collettivi: i cittadini-soci identificano insieme i bisogni, elaborano le idee e costruiscono un percorso di risposta coerente con le risorse disponibili sul territorio.

Ad oggi, la Cooperativa di comunità unisce circa 150 biccaresi, suddivisi in soci lavoratori, sovventori e utenti, contando al suo interno differenti figure lavorative (liberi professionisti, operai, studenti, commercianti, pensionati, ecc.) e fasce d’età (dai 18 ai 90 anni). Il Consiglio di Amministrazione è composto da Antonio Beatrice (36 anni, ingegnere) con la carica anche di Presidente, Magda La Trofa (33 anni, archeologa), Alessia Checchia (27 anni, operatrice turistica), Vincenzo Bello (36 anni, ingegnere), Michele Nardone (67 anni, pensionato).

La C.C.B. gestisce beni privati (si tratta di alcune abitazioni in centro storico o terreni inutilizzati), ma anche beni pubblici. Quanto a questi ultimi, in paese la Cooperativa gestisce la ludoteca comunale, mentre nei pressi del Lago Pescara è concessionaria di un’area picnic e del relativo chiosco/punto ristoro.

Proprio in quest’area, grazie agli interventi realizzati dalla C.C.B., da circa due anni è possibile dormire nel bosco, in riva al lago o sotto le stelle in una “bubble room” sugli alberi, camere trasparenti a forma di bolla per dormire immersi nella natura. L’obiettivo è attrarre turisti e visitatori nell’ area naturalistica del Lago Pescara di Biccari e del Monte Cornacchia, entusiasmante destinazione turistica per chi ama vivere il bosco, fare trekking e altre attività dedicate alla scoperta della natura. Sul Monte Cornacchia, è stata costruita anche “Atomo”, una “tenda sospesa” che è il risultato di una progettazione ingegneristica di primo livello e di materiali costruttivi derivanti dall’industria avanzata: l’alluminio 7075 (Ergal) del telaio, di derivazione aeronautica, conferisce alla struttura resistenza e leggerezza; il rivestimento esterno, in texture OXFORD waterproof, è composto da due semigusci che proteggono completamente l’ambiente e la rete interna, in corda di Nylon ancorata al telaio che garantisce massima sicurezza. Il pianale rigido sul quale si trova Atomo ricrea perfettamente la sensazione del pavimento di casa e questo permette di godere al meglio, anche in piedi, dei suoi 4,30mq di superficie stando sospesi a diversi metri da terra.

Si può usufruire delle bubble room e dell’atomo nel bosco anche attraverso il pagamento dei BIC “Buoni di Incentivo Comunitario”: sono dei buoni sconto spendibili solo sul territorio comunale messi a disposizione degli ospiti per consumazioni, pranzi, cene e pernottamenti presso le attività che aderiscono al circuito dei servizi e delle attività della Cooperativa

Tra i diversi progetti previsti per creare opportunità occupazionali e occasioni di crescita per il territorio, di recente si è aggiunta anche la gestione in capo alla Cooperativa della parte ricettiva del Convento S. Antonio. Grazie alla Provincia dei Frati Minori di Puglia e Molise ed alla vicinanza del Ministro Provinciale Fra’ Alessandro Mastromatteo, la C.C.B. gestisce i posti letto del Convento di Biccari e, quindi, aumenterà l’offerta ricettiva sul territorio. Oltre ad ospitarli nella struttura monacale, la Cooperativa ha offerto ai primi visitatori e “cittadini temporanei” ulteriori servizi, tra cui transfert e guida nelle varie escursioni. Rispetto a questa nuova attività, la C.C.B. ha sottoscritto anche un accordo con l’Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù – AIG che ha per scopo istituzionale la promozione del turismo giovanile, sportivo, sociale e scolastico.

Infine, da circa due anni è stato lanciato con successo il concorso “Un Mese a Biccari” riservato a giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni che vengono ospitati gratuitamente a Biccari per tutto il mese di agosto in cambio di tre ore giornaliere di volontariato nel Parco Avventura o di cooperazione nella Cooperativa di Comunità.

La Regione Puglia è tra le prime regioni ad aver legiferato e promosso la costituzione delle Cooperative di Comunità, la legge regionale risale al 2014 http://www.legacoop.coop/cooperativedicomunita/la-legislazione-3/puglia/

PER APPROFONDIRE

Intervista al Sindaco di Biccari Gianfilippo Mignogna