È stato approvato dal consiglio comunale della Città di Trapani, il regolamento per la valorizzazione e la fruizione sociale dei terreni abbandonati o incolti, orti urbani e beni immobili in stato di abbandono di proprietà o in disponibilità dell’Amministrazione comunale, grazie ad un lungo processo di collaborazione tra il Comune e la task force del progetto SIBaTer.

Con l’approvazione del regolamento, il Comune di Trapani dispone di una completa disciplina delle procedure di valorizzazione di tali cespiti, ivi compresi i beni di terzi. Si tratta di un patrimonio, al momento inutilizzato, che da ora in poi potrà essere messo “in circolo” a supporto dello sviluppo economico e della coesione sociale del territorio.

Di particolare interesse è la disciplina degli orti urbani, parte integrante del regolamento, che promuove le finalità sociali ed educative della pratica agricola e l’impiego del tempo libero in attività che favoriscano l’aggregazione sociale e la valorizzazione dell’ambiente urbano, creando momenti di incontro e di vita sociale, che sostengano le potenzialità di iniziativa e di autorganizzazione dei cittadini e la solidarietà intergenerazionale.

Mettendo a disposizione, mediante procedure di evidenza pubblica, appezzamenti di terreno in ambito urbano per la coltivazione di ortaggi, fiori o piccoli arbusti fruttiferi, il Comune di Trapani promuoverà la realizzazione di orti per famiglie, cittadini in condizioni di disagio sociale e per le scuole e anche orti sociali da affidare ad enti del terzo settore.

Leggi la notizia su: siciliaogginotizie.it